Sessione PERIO-PROTESI

Sala Chia 2



8 ADA CERP CREDITS


9.00 - 9.45 | L'importanza del fenotipo tissutale nel trattamento della recessione gengivale

Massimo De Sanctis

Uno studio recente (Stefanini et al. 2018), fornendo un maggiore spessore dei tessuti molli a quei difetti che iniziano con meno KTH, sottolinea l’efficacia del CTG in aggiunta nel trattamento di molteplici difetti di recessione gengivale.

Ciò è risultato non necessario per quelle recessioni gengivali con KTH di base > 2 mm, che hanno facilitato la stabilizzazione chirurgica del CAF e reso più semplice ed efficace il controllo della placca del paziente e lo spazzolamento dei denti. L’unica differenza significativa tra i difetti trattati con o senza l’aggiunta CTG era la variazione del KTH nel tempo.

Al terzo anno, non c’erano differenze significative nel KTH tra i siti CAF e CAF + CTG.

Non è ancora chiaro se l’aumento del KTH sia da ascrivere alla tendenza della linea mucogengivale a riacquistare la sua posizione geneticamente determinata o ad essere conseguenza di un’induzione causata dalla qualità del tessuto connettivo dell’innesto o, semplicemente, di l’esposizione del tessuto connettivo derivante dalla fibromucosa palatale se l’innesto non rimane coperto dal lembo.

Obiettivo del convegno sarà discutere le variazioni delle dimensioni gengivali a seguito di MCAF più CTG, per quanto riguarda l’ampiezza del tessuto cheratinizzato tessuto e per identificare i fattori legati a questi cambiamenti.


10.00 - 10.45 | Umbrella concept: la lotta alla perdita ossea marginale negli impianti. considerazioni

Alberto Miselli

L’Umbrella Concept è più di un concetto, è la rassegna bibliografica di molti argomenti sul tema della conservazione della cresta ossea marginale perimplantare, della posizione tridimensionale dell’impianto, del fenotipo gengivale presente al momento della posizionamento dell’impianto. La visione tridimensionale del profilo di emergenza che deve avere la protesi su impianti, il volume del tessuto attorno al moncone protesico, lo spazio biologico che deve essere creato, il complesso sopracrestale dell’impianto, tutto ciò fa sì che detta protesi abbia un aspetto estetico. su una biologia stabile.


10.45 - 11.00 | RIGENERAZIONE OSSEA LATERALE MEDIANTE F.I.R.S.T.: UNA TECNICA SEMPLICE, PREDICIBILE E A BASSA MORBILITà

Vincenzo Foti

La Fibrina Sigillante (FS) è un farmaco di origine umana utilizzato in chirurgia generale e specialistica da molti decenni ed è validato da oltre 6.000 lavori in letteratura. In chirurgia orale la FS potenzia e mantiene il coagulo naturale. Ha azione emostatica, adesiva, sigillante e induttiva la rigenerazione dei tessuti duri e molli. Miscelata con biomateriali consente una miglior gestione dell’innesto che, diventando plastico e adesivo, si adatta perfettamente ai difetti ossei senza spargimento di granuli. Inoltre protegge le ferite chirurgiche e stimola la guarigione precoce dei tessuti molli. La tecnica F.I.R.S.T., ideata dal Dr. Foti nel 2016 e pubblicata nel 2020, è basata sulla triade fibrina sigillante, osso eterologo collagenato, lamina eterologa collagenata. In GBR orizzontale la F.I.R.S.T. consente di ottenere in modo semplice e rapido un complesso lamina/graft immobile e privo di micromovimenti, prerequisito essenziale per la neoangiogenesi e la formazione di nuovo osso. Verrà presentata infine la “OneTime Cortical Lamina”, una variante
della tecnica F.I.R.S.T. particolarmente indicata per pazienti ASA II, con la quale si ottiene aumento osseo orizzontale vestibolare che non necessita di rientro chirurgico.


11.00 - 11.30 | Break


11.15 - 11.45 | BREAK


11.30 - 12.00 | LA SEMPLIFICAZIONE NELLA RIABILITAZIONE FULL ARCH SU IMPIANTI

Federico Tirone

Oggi è disponibile un’ampia offerta formativa sulla gestione chirurgica dei casi di riabilitazione totale mediante impianti, ad esempio con la tecnica All-on-4, ma permangono molte incertezze circa la gestione della fase protesica, sia provvisoria sia definitiva, che spesso sono causa di stress
per il clinico e per l’odontotecnico e rischiano di vanificare i benefici offerti dalla semplificazione della tecnica chirurgica.

Spesso infatti i protocolli proposti sono inspiegabilmente pieni di passaggi inutili e intrisi di complessità. La nostra filosofia è quella di aggiornare continuamente un protocollo per la gestione dei casi implantari full-arch che possa fornire al team odontoiatrico utili strumenti per l’ottenimento di risultati estetici e funzionali in TEMPI RIDOTTI e trasformare la maggior parte dei passaggi necessari in PROCEDURE A BASSA COMPLESSITÀ.

Questo consente di “spegnere il cervello” e condurre i casi in maniera automatica indipendentemente dalla loro complessità apparente, riducendo stress ed errori umani.


12.00 - 12.30 | LA GESTIONE PROTESICA DEI TESSUTI GENGIVALI NEL SETTORE ESTETICO IN RIABILITAZIONI SU DENTI NATURALI E SU IMPIANTI

Carlo Monaco

La protesi ha un’influenza fondamentale nella gestione dei tessuti gengivali in riabilitazioni protesiche su denti naturali e su impianti. Esistono tuttavia differenze basilari per le diverse basi biologiche. Tali differenze devono essere conosciute per ottenere il successo in qualunque settore della cavità orale in particolar modo in zona estetica. L’obiettivo della relazione sarà sottolineare tali differenze cliniche e indicare come la protesi possa ottimizzare i risultati estetico-funzionali in relazione ai principi biologici.


12.30 - 13.00 | Gestione dei tessuti duri e molli perimplantari come chiave del successo a lungo termine nel trattamento dei casi atrofici. Evidenze cliniche e scientifiche.

Silvio Mario Meloni

Una visione apparentemente moderna  della implantologia, troppo spesso porta a scelte terapeutiche influenzate dalla contrazione dei tempi chirurgici e protesici che portano a sottovalutare l’importanza cruciale di un corretto hard and soft tissue management dei tessuti perimplantari in funzione del risultato protesico finale . La presente relazione si pone l’obiettivo di discutere risultati clinici e scientifici delle metodiche rigenerative protesicamente ed esteticamente guidate nei casi atrofici.


13.00 - 13.45 | La sfida: la grave atrofia della cresta. Ratio e soluzioni.

Devorah Schwartz-Arad

L’edentulismo può impedire il posizionamento ideale dell’impianto e compromettere il risultato estetico. La combinazione di diverse procedure di aumento e chirurgia consente una migliore correzione della cresta alveolare in 3D (altezza, larghezza e traiettoria della cresta), che si traduce in migliori risultati protesici ed estetici del viso.

Le tecniche descritte in questa presentazione devono essere considerate affidabili, sicure e molto efficaci per ottenere un alto tasso di sopravvivenza dell’innesto osseo a seguito di un alto tasso di sopravvivenza dell’impianto a lungo termine.

Inoltre, riteniamo che PRP e BMA come fonte autologa di fattori di crescita e cellule staminali, mescolati con sostituti ossei osteoconduttivi e ricoperti con PPP come membrana biologica possano offrire una nuova terapia di grande efficacia.


RELATORI


PROGRAMMA COMPLETO PERCORSO ROSSO PER I 18 CREDITI ECM

Select arrow_drop_down
09:00 remove 13:45
SALA CHIA 2
keyboard_arrow_down
Background

Sessione Perio-Protesi

PERCORSO ROSSO

PROGRAMMA >
Orario: 9.00 - 13.45
SALA CHIA 2
RELATORI: Massimo De Sanctis, Vincenzo Foti, Silvio Mario Meloni, Alberto Miselli, Carlo Monaco, Schwartz-Arad, Federico Tirone.

15:15 remove 19:35
SALA CHIA 1 - 2
keyboard_arrow_down
Background

Sessione Plenaria

PERCORSO ROSSO

PROGRAMMA >
Orario: 15.15 - 19.35
SALA CHIA 1-2
RELATORI: Roberto Barone, Carlo Clauser, Alfonso Coscarella, Nicola Derton, Fabio Giuntoli, Margarida Henrique, Arturo Imbelloni, Cesare Luzi.

09:30 remove 14:00
SALA CHIA 1 - 2
keyboard_arrow_down
Background

Sessione Plenaria

PERCORSO ROSSO

PROGRAMMA >
Orario: 9.30 - 14.00
SALA CHIA 1 - 2
RELATORI: Claudia Cotca, Paulo Kano, Francesco Mangani, Vincenzo Musella, Nazariy Mykhaylyuk, Giancarlo Pongione, Lorenzo Vanini, Marco Veneziani, Martin Von Sontagh.


LOCATION



12° Congresso Internazionale AIO "Focus on the Simplicity of Excellence"

whatsapp


Contatti Privacy e cookies policy
© 2022 – AIO Associazione Italiana Odontoiatri
Via San Giovanni 97 – 09100 Cagliari
Partita IVA 03675540920
Webmaster by Mobilbyte