Sessione Digital Dentistry

CONGRESSO ITALIANO

Sala Chia 2


8 giugno 2023


10 CREDITI ADA CERP


Le Tecnologie Digitali nella pratica clinica quotidiana

In Odontoiatria nuovi strumenti digitali quali scanners intra e extra orali, tomografie computerizzate conebeam (CBCT), sistemi software per la progettazione e fabbricazione assistita da computer (CAD/CAM) sono entrati nei nostri studi. Innovative procedure di fabbricazione, quali la stampa 3D e la Laser Sinterizzazione, che stanno modificando il modo in cui curiamo i nostri pazienti. Di conseguenza, le procedure cliniche si stanno spostando verso flussi di lavoro completamente digitali, che possono essere utili in tutti i campi dell’Odontoiatria, dalla conservativa e protesi, alla chirurgia implantare fino all’ortodonzia.



9.00 - 9.30 | Digital in Implantology

Alessandro Perucchi


9.30 - 10.15 | Implantologia Robotica Assistita - Il FUTURO della Chirurgia Implantare Mininvasiva

Thomas G. Wiedemann

La chirurgia implantare robotizzata combina i vantaggi sia dei vincoli fisici delle guide statiche che della flessibilità della navigazione dinamica. La prima F.D.A. il sistema robotico approvato disponibile in commercio per la chirurgia implantare dentale fornisce una guida tattile e audiovisiva al chirurgo implantare. La tecnologia robotica fornisce anche un valido aiuto ai team di protesi dentarie e chirurgiche durante l’intera riabilitazione implantare. Per il professionista dell’impianto, ciò migliorerà i risultati e quindi la fidelizzazione del paziente e funge da ottimo strumento educativo quando i pazienti sono in grado di vedere i vantaggi della pianificazione e dell’esecuzione 3D in tempo reale.

La lezione verterà su:

  • la storia della robotica in medicina e odontoiatria
  • l’evoluzione della chirurgia implantare guidata: dagli svantaggi della navigazione a mano libera, statica e dinamica ai vantaggi e alle potenzialità del posizionamento implantare chirurgico robotizzato
  • la flessibilità dei diversi flussi di lavoro robotici, dalla pianificazione del trattamento al posizionamento dell’impianto nella chirurgia implantare assistita da robot, comprese le future applicazioni e opzioni nell’implantologia quotidiana
  • come la robotica è cambiata e continuerà ad influenzare la pratica della chirurgia implantare mininvasiva
  • aspetti formativi per dentisti generici/studenti di odontoiatria e opportunità di differenziazione pratica

10.15 - 11.00 | Work flow from the lab to the office

Uli Hauschild


11.00 - 11.30 | Break


11.30 - 12.15 | L’utilizzo del digitale in protesi

Piero Venezia

L’utilizzo della tecnologia digitale deve determinare un beneficio concreto nei flussi lavorativi di studio e laboratorio.

I risvolti di questa evoluzione ricadono favorevolmente sul paziente: riduzione dei tempi di trattamento, riduzioni dei costi legati ad un aumento della produttività, riduzione della invasività delle procedure protesiche.

L’utilizzo del CAD-CAM in protesi fissa , su impianti e denti naturali, è ormai un elemento indispensabile.

Verrà descritto il  work-flow digitale applicabile in maniera efficace alla costruzione della protesi fissa e rimovibile e saranno  fornite le indicazioni alla scelta dei nuovi materiali protesici.


12.15 - 13.00 | Flusso Digitale dalla A alla Z di M. Vision

Nazariy Mykhaylyuk

Durante la presentazione il relatore discuterà tutti i vantaggi e le restrizioni del flusso di lavoro digitale per le ricostruzioni della bocca piena e il rifacimento del sorriso. Scelta corretta dell’attrezzatura e comunicazione del team. Dimostrerà casi clinici con tutti i passaggi video documentati. A cominciare dalla pianificazione e finire con le procedure del bonding.



13.00 - 13.30 | Ortodonzia in 3D: time to shift

Louis Hanca

Hai già uno scanner intraorale? Lo usi solo per ordinare allineatori trasparenti (come su usassi uno smartphone senza scaricare alcuna App) o a pieno potenziale? L’ortodonzia digitale è possibile dalla A alla Z. Non bisogna rinunciare ai propri strumenti terapeutici tradizionali, o fare compromessi. Fare apparecchi di laboratorio digitali significa dare una nuova veste più pratica, per il paziente e per l’ortodontista, a quanto di buono già si utilizza. Senza bande si risparmiano tempo e soldi e per il paziente la posa degli apparecchi diventa come infilare un guanto. Questo vale sia per gli apparecchi fissi sia per i mobili. Lavorare in digitale per spostare i denti implica un cambio di mentalità che si può riassumere nel motto “Start with the end in mind” (parti con il risultato ben chiaro in testa). In pratica il workflow digitale ha come punto di partenza obbligato il setup del risultato che ci si aspetta, in base alle considerazioni diagnostiche proprie di ciascun caso. Se prima i setup erano prerogativa solo dei casi più complessi, con l’ortodonzia digitale diventano la conditio sine qua non. Non si tratta semplicemente di affidarsi a, pur bravi, tecnici, ma di saper come indirizzare la terapia facendo “pieghe” con il mouse, anziché in bocca, risparmiando tempo alla poltrona. Parlando di brackets vestibolari customizzati accoppiati ad archi personalizzati, il campo si restringe al sistema Insignia. Parleremo della contenzione ai tempi del digitale e delle versioni moderne dei fili di contenzione “tagliati” in digitale che raggiungono una precisione cui la mano umano non riesce ad avvicinarsi.


12° Congresso Internazionale AIO "Focus on the Simplicity of Excellence"

whatsapp


Contatti Privacy e cookies policy
© 2022 – AIO Associazione Italiana Odontoiatri
Via San Giovanni 97 – 09100 Cagliari
Partita IVA 03675540920
Webmaster by Mobilbyte